CHANGE COLOR
 
  MEMORIAL D'IZIEU: Memoria della Seconda guerra mondiale Approccio comparato Francia - Italia
  Data: 01/11/2012

Memoria della Seconda guerra mondiale
Approccio comparato Francia - Italia

Luoghi per l’insegnamento – utilizzo delle risorse locali
Diversità dei luoghi, forme della trasmissione in Emilia-Romagna

Corso di formazione residenziale
Modena 27 ottobre – 2 novembre 2012

â–  Programma

L’intera formazione si svolge in italiano con traduzione simultanea in francese e può dunque essere seguita nelle due lingue.
Per tutta la durata della formazione, gli operatori culturali dei luoghi e dei musei, i formatori e i professori italiani saranno disponibili per le esigenze di ciascun corsista.


Sabato 27 ottobre: Modena - Istituto storico
18h30 : Presentazione dei partecipanti. Informazioni relative all’organizzazione della formazione
19h30 – 20h30 : Conferenza introduttiva Come Mussolini arrivò al potere e l’Italia fascista di
Lorenzo Bertucelli, docente di storia dell’Europa contemporanea (Università di Modena e Reggio Emilia)
Domenica 28 ottobre : Modena
Mattina : Istituto storico / Percorso nella città
9h-9h30 : Presentazione dell’Istituto storico e della sua mission (conservazione, ricerca storica e
pedagogica, promozione dei luoghi di memoria) di Claudio Silingardi (direttore Istituto di Modena ).
9h45-10h45 : Visita guidata ai luoghi di memoria della Seconda Guerra mondiale (la Resistenza, la vita quotidiana durante la guerra) a cura di Simona Bezzi (responsabile area museale Istituto di Modena)
11h30-12h30 : Conferenza La memoria della Seconda Guerra mondiale nella storia della Repubblica di Giuliano Albarani ( presidente Istituto di Modena)
Pomeriggio : Sinagoga / Percorso nella città
15h : La comunità ebraica di Modena : le tracce e la storia.
Visita alla sinagoga, presentazione dell’archivio e della biblioteca. Aspetti della cultura Ebraica a cura del Rabbino Beniamino Goldstein
16h15 : Conferenza Essere ebrei durante il fascismo di Alberto Cavaglion (Università di Firenze)
17h30 : Visita ai luoghi della comunità ebraica legati alla storia della Seconda Guerra mondiale
Lunedì29 ottobre : Nonantola
Mattina : Percorso nella città
9h-12h : Visita ai luoghi legati alla storia e alla memoria di Villa Emma, dove furono accolti 73 ragazzi ebrei che riuscirono a salvarsi dalla deportazione grazie all’aiuto della popolazione locale, a cura di Ombretta Piccinini (Archivio storico di Nonantola)
Pomeriggio : Museo
14h-17h : Presentazione del lavoro di ricerca e di costruzione della memoria della vicenda dei Ragazzi di Villa Emma a cura di Ombretta Piccinini
Presentazione di un laboratorio documentale sui Ragazzi di Villa Emma
Martedì 30 ottobre : Gattatico / Formigine
Mattina: Casa Cervi
9h-10h30 : Visita al parco agronomico e al museo Cervi, luoghi emblematici nella memoria della Resistenza, a cura di Morena Vannini ( responsabile sezione didattica Istituto Cervi)
11h-12 : Presentazione delle attività didattiche
Pomeriggio : Formigine
14-17h30 : La proposta formativa e didattica dell’Istituto storico di Modena, a cura di Giulia Ricci (responsabile sezione didattica e formazione Istituto di Modena)
Storia, memoria ed educazione civile: sperimentazione di Vivere durante la guerra a Formigine. La vita quotidiana durante la Seconda Guerra mondiale (1943-1945), laboratorio di storia locale
18h : Visita all’Acetaia Leonardi, produttrice qualificata di aceto balsamico tradizionale di Modena
Mercoledì 31 ottobre : Alfonsine (Ravenne)
Mattina : Museo della battaglia del Senio / Percorso sull’Isola
9h-10h : Visita al museo e presentazione delle attività pedagogiche, a cura di Antonietta Di Carluccio (direttrice Museo)
Il Museo documenta uno dei momenti essenziali del processo di Liberazione in Italia e testimonia il pesante coinvolgimento della popolazione civile. Durante l'inverno del ‘44, Alleati, partigiani e distaccamenti dell’esercito regolare italiano, fra cui una Brigata ebraica, si uniscono per combattere gli occupanti.
10h30-11h30 : Interventi di Giuseppe Masetti ( direttore Istituto di Alfonsine) e di Claudio Silingardi (direttore Istituto di Modena), Sulla linea gotica: aspetti della Resistenza dall'Appennino modenese alla pianura di Ravenna.
12h30-13h30 : Visita dell’isola degli Spinaroni, campo base di oltre 200 partigiani, zona di azione partigiana nella palude formata dalla confluenza fra il fiume e il mare.
Pomeriggio : Istituto storico di Alfonsine
15h30 : Presentazione dell’Istituto storico
Selezione di alcuni filmati documentari della strage di Fragheto.
16h15-17h30 : Conferenza di Toni Rovatti (ricercatrice Istituto nazionale per la storia del movimento di Liberazione in Italia), La violenza contro i civili: i massacri di Monchio e Tavolicci.
Giovedì 1 novembre :Fossoli / Carpi
Mattina : Fossoli - Carpi
9h-10h30 : Visita al campo di internamento di Fossoli, il "Drancy" italiano.
11h-13h : Visita al Museo Monumento al Deportato politico e razziale. Intervento Dal progetto di creazione all'evoluzione del museo attuale di Marzia Luppi (direttrice Fondazione ex Campo Fossoli)
Pomeriggio : Fondazione ex Campo Fossoli - Carpi
14h-17h30 : Presentazione delle attività pedagogiche e sperimentazione di un laboratorio documentario Le leggi razziali: dalla persecuzione dei diritti alla persecuzione delle vite umane
Venerdì 2 novembre : Bologna
Mattina : Percorsi nella città
9h : Visita alla stazione e introduzione sul terrorismo degli anni di piombo, a cura di Cinzia Venturoli (Università di Bologna e direttrice del CEDOST - Centro di documentazione storico politica sullo stragismo).
10h-12h : Visita ai luoghi legati alla storia della Seconda Guerra mondiale
Pomeriggio : Isrebo (Istituto storico di Bologna)
14h-16h : Conferenza Il dopoguerra e la costruzione della Repubblica : eredità ed evoluzione dell'Italia contemporanea di Cinzia Venturoli (Università di Bologna e direttrice del CEDOST - Centro di documentazione storico politica sullo stragismo)

 

Info:
www.istitutostorico.com / didattica@istitutostorico.com
Istituto per la Storia della Resistenza e della Società
contemporanea in provincia di Modena
Viale Ciro Menotti,137- 41121 Modena
telefono:+39 059.219442 /fax:+39 059 214899

 

www.memorializieu.eu / info@memorializieu.eu
Maison d’ Izieu,mémorial des enfants juifs exterminés
70 route de Lambraz–01300 Izieu
telefono:+33(0)479 87 21 05 /fax:+33(0)479 87 59 27


Maison d’Izieu, Stéphanie Boissard, +33(0)479872105, sboissard@memorializieu.eu
Istituto storico di Modena, Giulia Ricci, 059242377, didattica@istitutostorico.com