CHANGE COLOR
  Le foto della serata dedicata al 70° dell’uccisione di Leopoldo Gasparotto
  Data: 23/06/2014
  • Vi invitiamo a scorrere la carrellata di foto della serata del 21 giugno dedicata alla memoria di Leopoldo Gasparotto
       
     

    70° dell’uccisione di Leopoldo Gasparotto

    e della strage al Poligono di Tiro di Cibeno


     

    Proponiamo alcune immagini delle diverse iniziative che si sono succedute sabato 21 giugno per ricordare l’uccisione di Leopoldo Gasparotto, antifascista, uomo politico di rilievo nazionale internato al campo di Fossoli dalla fine di aprile del ’44 e ucciso dai nazifascisti il 22 giugno.

    La giornata è iniziata al Museo Monumento al Deportato, la cui forza evocativa è stata accresciuta dalle note del violoncello, suonato dall’allevio Giorgio Lucchini, che ha accompagnato la visita con la Suite n. III per violoncello solo di J.S. Bach.

    Alle 19 poi, nella ex Sinagoga è stata presentata l’edizione e-book del libro Uomini nomi memoria. Fossoli 12 luglio 1944, testo del 2004 a cura di Carla Bianchi Iacono, Metella Montanari e Anna Maria Ori, che ricostruisce le biografie dei 67 internati al Campo di Fossoli trucidati il 12 luglio 1944 al Poligono di Tiro di Cibeno. Un libro importante che dà volto e vita ai 67 martiri di Fossoli e che speriamo in questo formato possa essere di più facile reperibilità, quindi di maggiore diffusione. Quest’opera inaugura la sezione Pubblicazioni del sito che ospiterà edizioni della Fondazione Fossoli, sia edizioni esaurite - o in via di esaurimento-, che nuovi progetti editoriali.

    Appuntamento conclusivo si è svolto la sera al Campo di Fossoli con il reading Dove sono le mie montagne, lettura e musica dal Diario di Fossoli di Leopoldo Gasparotto a cura del Teatro dell’Argine di Bologna. Una lettura che ha emozionato per la bellezza della scrittura, la bravura degli interpreti e la suggestione della esperienza notturna del Campo di Fossoli. Il saluto portato in apertura della serata dal Sindaco Alberto Bellelli ha confermato l’attenzione e la sensibilità della amministrazione per il Campo di Fossoli, la sua storia e la sua memoria.

    Tra i partecipanti alle diverse iniziative alcuni familiari delle vittime tra cui quelli di Leopoldo Gasparotto.

    Ricordiamo che il 13 luglio si terrà la commemorazione della Strage.