CHANGE COLOR
 
  Donazione di Laura Ambrosini Prina alla Fondazione Fossoli
  Data: 11/07/2020
  • Donazione di Laura Ambrosini Prina 

    In occasione del 76° anniversario dell'Eccidio di Cibeno, la Fondazione Fossoli pubblica i materiali donati da Laura Ambrosini, nipote di Carlo Prina, uno dei 67 martiri di Fossoli. Si tratta di una rivista e un articolo del 2004 che raccontano la strage del 12 luglio 1944:

     la rivista "Monza partigiana" (2004), a cura del Collettivo Monzese in collaborazione con l'ANPI di Monza;
     un articolo de "L'Unità" del 12 luglio 2004.


    Carlo Prina, di anni 47, nato il 28 giugno 1897a Monza e ivi residente, impiegato, coniugato, tre figli. Arrestato su delazione a Monza dalla GNR il 2 marzo 1944, detenuto nel carcere giudiziario di Monza, quindi trasferito a Milano, San Vittore, il 20 marzo, numero di matricola 1734, I raggio, cella 10. Inviato a Fossoli il 9 giugno, matricola campo1609, baracca 18, in giugno e 16 A in luglio. Il suo corpo, contrassegnato all’esumazione con il n. 9, fu riconosciuto dalla moglie e dal fratello. È sepolto nel cimitero di Monza, nel Sacrario dei caduti e il suo nome compare sul Monumento ai caduti di Monza, piazza Trento e Trieste. Il comune di Monza gli ha intitolato una via.


    Scarica qui la versione e-book del volume Uomini Nomi Memoria. Fossoli 12 luglio 1944